Home | A teatro con mamma e papà | Prosa | Teatro Dialettale | Teatro per le scuole | Corsi | Contatti

A teatro con mamma e papà
2019/2020

tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 17.00 (apertura biglietteria ore 16.00)
e sono adatti a bambini accompagnati dai 3 anni in poi


domenica 10 novembre
Pandemonium Teatro
(Bergamo)
"I tre porcellini"
testo e regia: Tiziano Manzini
con: Walter Maconi
scene e luci: Graziano Venturuzzo

Tre fratellini vivevano insieme, nel porcile di una fattoria. “Fammi entrare”. “Stringiti”. “Ahia, smettila di spingere”. “Ma sei ingrassato ancora”. “Fammi posto, dai tirati in là”. “Sei proprio grasso come un porco!”. “Senti chi parla, lo stinco di santo!”. Beh, c’era qualche problema di spazio. E lo spazio vitale per potersi esprimere! Seguiremo i nostri eroi nei loro tentativi di “metter su casa” e nella loro lotta contro la voglia violenta e irrefrenabile di cosciotti e zamponi di maiale del LUPO, l’eternamente affamato! Porcellini, porcelloni, case, casine, lupi, uomini-lupo, magari pirati. Per di più lui, il nostro lupo, è un appassionato di salumi, prosciutti e in genere della carne di maiale. Ma non è finita! Se il lupo è anche un appassionato del fai da te, gli piacciono gli imbonitori televisivi e ama canticchiare canzoncine per bambini, come andrà a finire la storia? Uno spettacolo in bilico fra gioco e narrazione, fra paura e ironia, fra solide pareti e fantasmatiche evocazioni. Abbiamo case di paglia, di legno, perfino di mattoni.






domenica 24 novembre
Quintoequilibrio
(Palermo)
"(una) Regina"
da un'idea di Stefania Ventura
di e con: Stefania Ventura e Gisella Vitrano
scene e luci: Petra Trombini
suoni: Francesco Vitaliti
Spettacolo finalista Premio Scenario Infanzia 2017

In un giorno di pioggia non si può uscire e la parata della banda è annullata. Due sorelle, con gli strumenti luccicanti ancora in mano, guardano fuori dalla finestra. Per combattere la noia si inventeranno una fiaba ambientata in un tempo antico... “Cosa vuoi fare da grande?” La domanda può sembrare inutile per una giovane principessa chiamata Regina! E se invece la nostra Regina coltivasse in segreto un desiderio diverso, lontano dal futuro che si prospetta per lei? Quanto coraggio ci vuole per ribellarsi a un destino che ci sta stretto per dare ascolto al nostro talento più profondo? E cosa succederebbe se, per amore di chi ha scelto per noi, non riuscissimo a dire di no? Tra litigi, risate e danze sfrenate, le due sorelle metteranno alla prova la potenza della loro libertà, forse per esorcizzare la paura di diventare grandi nel modo più grigio, forse per ritrovarsi alla fine, un po' più unite...






domenica 8 dicembre
C.R.E.S.T.
(Taranto)
"La bottega dei giocattoli"
testo e regia: Sandra Novellino e Delia De Marco
con: Delia De Marco, Giuseppe Marzio, Sara Pagliaro
scene e costumi: Maria Pascale
musiche originali: Mirko Lodedo

Storie intorno a giocattoli che si animano di vita propria abitano da sempre le fantasie dei bambini, che naturalmente giocano dando un’anima agli oggetti. La nostra storia accade in una bottega di giocattoli, e le botteghe di giocattoli non sono forse delle città nelle quali i giocattoli vivono come delle persone? O meglio, le città non sono forse delle botteghe di giocattoli nelle quali le persone vivono come dei giocattoli? C’è sempre una bambola più bella e c’è la bambola invidiosa, un orsacchiotto che si innamora e un soldatino geloso, una mamma cattiva e una buona fata, giostre e macchinine che non si stancano di girare. Un mondo parallelo che aiuta i bambini a fare esperienza di emozioni, imparando a non perdere “la bussola”, passando dalla gioia alla delusione, dalla malinconia all’allegria, dall’amore al risentimento.






domenica 22 dicembre
Teatro Evento
(Vignola - MO)
"Un Natale da fiaba"
testo: Cristina Bartolini
scene e regia: Sergio Galassi
con: Cristina Bartolini, Massimo Madrigali e Tzvetelina Tzvetkova
pupazzi e figure: Tzvetelina Tzvetkova

Sulla scena due attori e un'animatrice. Con i pennelli dell’immaginazione dipingono atmosfere intense e coinvolgenti. Con l’ausilio di oggetti e pupazzi animati raccontano tre emozionanti fiabe di ambientazione natalizia.
BABBO NATALE E L'OCA CANTERINA Babbo Natale compra al mercato un'oca canterina, ma, tornando a casa, si perde nel bosco e decide di passare la notte in una vecchia capanna. Appena Babbo Natale si addormenta…
HANSEL E GRETEL SOTTO LA NEVE Cade fitta fitta la neve e quando giunge la notte nessuno viene a cercare Hansel e Gretel, né il povero padre, né la cattiva matrigna...
I DONI DEL POPOLO PICCINO Il calzolaio Giuseppino e la moglie Mariuccia sono così poveri che, la sera, spengono presto la candela e vanno a dormire con lo stomaco vuoto. Accade però…






domenica 5 gennaio
Ilaria Gelmi
(Parma)
"La pastora"
testo e regia: Ilaria Gelmi
con Ilaria Gelmi

E' la storia della nascita di Gesù raccontata attraverso gli occhi di una pastora, rappresentata come un quarto re magio, un re magio dei poveri che, vedendo Gesù al freddo senza niente, torna a casa a prendere quello che ha: un sacco di lana. Per un attimo si vergogna di porgere il suo dono di fianco a quello dei re magi, ma con l’oro e con l’incenso non ci si scalda. Così torna alla stalla giusto in tempo prima che Giuseppe, Maria e Gesù ripartano. Saranno i bambini ad aiutarla a far arrivare la lana a Gesù. E’ una storia che parla di solidarietà, quella semplice, diretta e umana senza alcun secondo fine. La Pastora dà vita ai vari personaggi utilizzando la lana che diventa Gesù bambino, la barba del Re Magio, la stella cometa e tante altre presenze ed oggetti.






domenica 26 gennaio
Habanera Teatro
(Pisa)
"Codamozza il gatto"
testo e regia: Stefano Cavallini
scenografie e pupazzi: Patrizia Ascione
con: Stefano Cavallini e Patrizia Ascione

Si racconta come i gatti siano diventati domestici e perché spesso affiori il loro sentimento selvaggio delle origini. Codamozza il gatto, in una notte tempestosa è arrivato in un bosco, in cerca di un topino, il cui odore suo nonno gli ha insegnato a “sentire” negli angoli della cantina… e alla fine dell’avventura, fatta d’inganni e sotterfugi, la ragione prevale sull’istinto. Protagonisti un topino e la sua tana, un bosco ai margini di una città, Codamozza il gatto, una civetta, un’istrice e un cane buono. Attori e pupazzi si muovono su una scenografia la cui ambientazione viene completata con l’aiuto dei bambini.






domenica 9 febbraio
Teatro Evento
(Vignola -MO)
"La mela rossa di Biancaneve"
testo: Cristina Bartolini
regia: Sergio Galassi
con: Cristina Bartolini e Massimo Madrigali
pupazzi e figure: Vittorio Zanella

Ciclamina e Ciabattò raccontano storie famose e meno famose e lo fanno come sanno, come possono, come riescono. In due valigie hanno tutto ciò che occorre: piccoli oggetti, poveri pupazzi usurati dal tempo, vecchi costumi scuciti e rattoppati, persino qualche teatrino smontabile; insomma, cose sufficienti per almeno dieci spettacoli diversi! E oggi, quella che Ciclamina e Ciabattò racconteranno è addirittura la storia di Biancaneve, un successo che non tramonta mai: lo specchio fatato, la regina cattiva, il buon cacciatore, i sette nani, la mela rossa… No, un momento… la mela non c’è, è sparita…






BIGLIETTI:
- intero € 8,00 - ridotto € 5,00
- famiglia (2 adulti+2 bambini) € 18,00

IN VENDITA NEI GIORNI DI SPETTACOLO A PARTIRE DALLE ORE 16.00

RIDOTTO:
dai 3 ai 14 anni e sopra i 65 anni, persone con handicap ed invalidi civili, militari, forze di polizia, insegnanti, studenti universitari, lavoratori in cassa integrazione ed esodati.